Eventi in Terra Maestra

COMUNE DI SASSUOLO

Sassuolo Festival Filosofia
IL FESTIVAL FILOSOFIA
Il Festival Filosofia nasce nel 2001 dalla splendida intuizione di portare la filosofia nelle piazze, a contatto con la gente comune, oltre che con studenti e insegnanti, coinvolgendo poeti, filosofi, scrittori e letterati ma anche personaggi dello spettacolo e della televisione.
Si svolge regolarmente durante un fine settimana di metà settembre ed è caratterizzato da lezioni magistrali, mostre, concerti, film, giochi e cene che trattano temi attinenti alla filosofia. Per tutta la durata del weekend, venerdì, sabato e domenica, lezioni magistrali vengono tenute nelle piazze pubbliche, nei teatri e nelle chiese delle tre città di Sassuolo, Carpi e Modena. Tutti gli eventi sono gratuiti. Ogni anno il programma traccia una costellazione tematica dagli attuali cambiamenti nelle forme della trasmissione culturale alle mutate relazioni tra generazioni; dal ruolo del patrimonio per la memoria all’urgenza educativa, nella scuola e non solo.


sassuolo-sacrotronco
LA PROCESSIONE DEL SACRO TRONCO
Un giusto mix tra sacro e profano, che coinvolge per tutta la giornata del Giovedì Santo un’intera città: è la Processione del Santo Tronco che, durante il giorno porta in piazza bancarelle e i vecchi “boccheggianti” depositari dell’antica ricetta dei “Tiramolla”, un dolce tipico sassolese, e la sera illumina le vie del centro con la tradizionale processione.
Il Santo Tronco è il crocifisso ligneo venerato a Sassuolo nella chiesa di S.Francesco in Rocca, e alla cui devozione e custodia è dedicata l’Arciconfraternita. Questa croce dall’aspetto decisamente fuori dal comune è giunta a Sassuolo in modo inusuale. La leggenda narra che Marco III Pio, signore di Carpi, decise di seguire in Turchia l’imperatore Federico III (1440-1493) in una delle sue guerre, per cercare gloria come generale. Entrato un giorno in una città nemica, da cui tutti erano fuggiti, Marco stava per lasciarla al saccheggio dei soldati. Entrato nella casa del Sangiacco (il governatore), però, gli venne incontro una ragazza velata, che gli promise un dono inestimabile se avesse risparmiato quella casa. Marco, incuriosito, glielo promise e la giovane lo condusse nei sotterranei della casa, ove ad insaputa dei suoi faceva ardere di continuo una lampada innanzi ad un crocifisso. Grandemente stupito, Marco accettò in dono quella croce e preservò dal saccheggio non solo la casa, ma l’intera città. Il S.Tronco giunse in Italia con Marco verso il 1450. Da quel momento in poi la famiglia dei Pio custodì con grande cura il S.Tronco (nome che in greco vuol dire “S.Croce”) e quando il principe Gilberto si trasferì da Carpi a Sassuolo lo portò con sè, collocandolo in una stanza del Castello (che fu detta la “camera del crocefisso”).


sassuolo-fiere-ottobre
FIERE D’OTTOBRE
Le fiere d’Ottobre a Sassuolo sono un’antica tradizione che si tramanda sin dal 1503.
Fu il 24 maggio 1503 quando, su pressante richiesta d’Eleonora Bentivoglio, vedova di Gilberto I Pio, Alfonso I d’Este concede di “poter fare una fiera per di octo a Saxolo, libera da tutti li dacii de li loci de Vostra Excellentia …”. La fiera è un porto franco, un luogo dove le merci possono essere scambiate liberamente, senza dazi né pedaggi. Nella società del 500, con un sistema capitalistico ancora agli albori e un commercio ostacolato da dogane interne, balzelli, misure e pesi diversi, con una produzione ancora – e in gran parte – di sussistenza, destinata cioè all’autoconsumo, la fiera permette un concentrato di merci, l’approvazione di certi generi e lo smaltimento di altri eccedenti. Da una parte, quindi, la fiera come mercato allargato, dall’altra come un luogo che ha privilegi ed esenzioni fiscali.
Da allora le Fiere d’Ottobre rappresentano un punto di riferimento per la Città di Sassuolo: un mese intero in cui le associazioni, i circoli, i privati e l’Amministrazione Comunale organizzano appuntamenti, eventi, manifestazione che si articolano durante tutti i giorni del mese, arrivando al loro culmine la domenica con le vie e le piazze del centro che si animano d’iniziative

COMUNE DI FIORANO MODENESE

fiorano-sanrocco
LA FIERA DI SAN ROCCO

Il 16 agosto Spezzano di Fiorano Modenese festeggia San Rocco con una centenaria fiera che inizia già nei giorni precedenti e riempie le vie del paese con iniziative legate alla cultura contadina, esposizioni, gare, mostre, stand gastronomici, balli, spettacolo pirotecnico, i banchi degli ambulanti. La manifestazione richiama migliaia di persone ed il ricavato, attraverso l’Associazione San Rocco, viene destinato in beneficenza. Info sulla pagina facebook dell’Associazione San Rocco.


fiorano-8settembre
L’8 SETTEMBRE
L’8 Settembre a Fiorano Modenese si svolge la trecentenaria Festa della Beata Vergine del Castello, la miracolosa immagine venerata nella Basilica barocca che domina il paese dal colle, richiamando migliaia di pellegrini da tutta la diocesi. Dalle 5 della mattina fino a sera si susseguono le Messe e le cerimonie religiose fino alla conclusione notturna con lo spettacolo pirotecnico, mentre una fila ininterrotta di persone sale devotamente al dipinto murale quattrocentesco che salvò il paese dalla peste del 1630 e dal colera del 1855. Info anche su www.fiorano.it e www.parrocchiadifiorano.it

fiorano-maf
MAF Musica a Fiorano
Dall’11 al 13 settembre il Castello di Spezzano ospita il Maf, Musica a Fiorano, guitar festival con concerti, clinics, seminari e workshop con numerosi artisti. L’ingresso è gratuito e tra gli ospiti dell’edizione 2015 sono già confermati Stef Burns, Nazzareno Zacconi, Frano Zivkovic, Stefano Nosei e Andrea Maddalone, Reno Brandoni e l’Orchestra Sinfonica Giovanile Modenese. Info su www.musicaafiorano.it.

COMUNE DI CASALGRANDE

casalgrande-jazz-festival
CASALGRANDE JAZZ FESTIVAL
All’interno della rassegna Mundus tre serate di luglio per tutti gli appassionati di jazz nella suggestiva cornice di Villa Spalletti a S. Donnino di Liguria. Di anno in anno sono invitati i maggiori artisti italiani e internazionali. Previsto anche un punto di ristoro.

casalgrande-fiera
FIERA DI CASALGRANDE
La storica Fiera di Casalgrande, in programma la terza settimana di settembre, è una grande festa popolare rivolta a tutte le età, con concerti, musica da ballo, giocoleria, sfilate, intrattenimenti per bambini, esibizioni sportive, mostre fotografiche, conferenze, tornei, spettacoli teatrali, mercati e mercatini, la tradizionale cena per gli anziani, i fuochi d’artificio e altro ancora.

casalgrande-vivi-la-notte
VIVA LA NOTTE
La notte bianca di Casalgrande è una manifestazione all’insegna del divertimento che si svolge a giugno per le vie del centro, tra cabaret, concerti, animazioni, buon cibo, giochi per bambini, esibizioni delle scuole di ballo, mostre, bancarelle, show comici, parate, proiezioni di film, installazioni dei commercianti, un’estrazione con ricchi premi e un concorso fotografico.

COMUNE DI CASTELLARANO


FESTA DELL’UVA
Da giovedì 17 a domenica 20 settembre ritorna la tradizionale Festa dell’Uva di Castellarano, giunta quest’anno alla sua 46ª edizione.
Il centro storico di Castellarano regalerà i suoi scorci più suggestivi ed emozionanti. Un prestigioso borgo medioevale con un castello rientrante nel circuito di Castelli Matildici.
Nata per celebrare la Vendemmia, la Festa dell’Uva si è ingrandita nel tempo e si è modernizzata, arricchendosi negli anni di novità e nuove proposte. Corteo storico, eventi musicali, spettacoli teatrali, ballo, eccellenze gastronomiche, appuntamenti per bambini e adulti e tanto altro ancora.